Skip to main content
Spedizione da 3 a 10 giorni lavorativi
Spedizione gratuita
Ordine minimo 200€

Autore: Luana Stinziani

Piscine legno fuori terra: tutti a fare il bagno in giardino!

Le piscine legno fuori terra sono diventate una scelta sempre più popolare per coloro che desiderano creare un’atmosfera rilassante nel proprio giardino. Queste vasche offrono numerosi vantaggi rispetto alle tradizionali piscine interrate, combinando estetica, durata e facilità di installazione.
In questo articolo, esploreremo i motivi per cui optare per una piscina in legno fuori terra può trasformare il tuo spazio esterno in un’oasi di divertimento e relax.

Quanto dura una piscina  legno fuori terra?


Una delle prime domande che sorge quando si considera l’acquisto di una piscina in legno fuori terra riguarda la sua durata nel tempo. È importante sapere che le piscine in legno di alta qualità sono progettate per resistere agli agenti atmosferici e durare a lungo. Utilizzando legno trattato o specie di legno resistenti all’umidità, queste strutture sono progettate per affrontare le sfide ambientali e mantenere la loro bellezza nel corso degli anni.
Con una manutenzione adeguata, una piscina in legno fuori terra può offrire molti anni di piacere e divertimento per te e la tua famiglia.

Che permessi servono per la piscina legno?



Quando si installa una piscina, è importante conoscere i requisiti locali riguardanti i permessi e i regolamenti. Anche se le piscine in legno fuori terra sono spesso considerate strutture temporanee o smontabili, potrebbero essere richieste autorizzazioni o valutazioni specifiche da parte delle autorità locali. È fondamentale verificare le norme del tuo comune o città e assicurarsi di ottenere tutti i permessi necessari prima di installare la piscina. In linea generale, una piscina in legno fuori terra è smontabile, non è fissata al terreno e quindi può essere riposta in garage in qualunque momento. Per questa ragione, per installare una piscina in legno non sono richiesti permessi edilizi speciali.

come installare le piscine legno fuori terra

Trattamento del Legno per una piscina duratura

Il legno delle piscine fuori terra richiede una corretta manutenzione per preservarne la bellezza e la durata nel tempo.
È essenziale trattare il legno utilizzato nella costruzione della piscina con prodotti specifici che lo proteggano dagli agenti atmosferici, dai raggi UV e dall’umidità, ciò include l’applicazione di vernici o oli protettivi che creano una barriera impermeabile e prevengono il deterioramento del legno nel tempo.
Inoltre, è importante adottare una regolare pulizia e manutenzione per rimuovere foglie, detriti e batteri che possono compromettere l’integrità della piscina.

È necessario prestare attenzione alla manutenzione regolare della piscina fuori terra in legno, con la pulizia periodica del legno per rimuovere sporco, detriti e foglie accumulate, che potrebbero provocare macchie o danneggiarlo. Sono consigliati detergenti delicati e acqua per pulire la superficie della piscina, da risciacquare accuratamente.

Infine, è importante controllare lo stato del legno e intervenire prontamente per riparare o sostituire le parti interessate.

Quando piove va coperta la piscina fuori terra legno?


Il discorso non vale solo per le strutture in legno, ma per tutte le piscine fuori terra.
La copertura previene l’accumulo di acqua piovana al suo interno, poiché l’acqua piovana può diluire i prodotti chimici presenti nella piscina, alterando l’equilibrio chimico e richiedendo un ulteriore trattamento per ripristinare la qualità.
Inoltre, si evita che l’acqua sia sporcata da foglie, rami, detriti e polvere portati dalla pioggia.
Le coperture per piscine possono fornire un isolamento termico, riducendo la dispersione di calore e garantire maggiore sicurezza per i bambini o gli animali domestici che potrebbero avvicinarsi alla piscina durante una tempesta. La copertura offre una barriera fisica che impedisce l’accesso non autorizzato alla piscina, riducendo il rischio di incidenti.

In conclusione, il corretto trattamento e la manutenzione costante del legno sono essenziali per garantire la durata e la bellezza della tua piscina fuori terra. Con i nostri consigli, puoi godere a lungo di una struttura resistente e affascinante nel tuo spazio esterno.
Prenditi cura della tua piscina in legno e crea un ambiente rilassante e accogliente per te e la tua famiglia!

Scopri le nostre piscine in legno scontate!

Come scegliere la casetta da giardino perfetta per il tuo spazio esterno

La casetta da giardino rappresenta una soluzione versatile e funzionale per sfruttare al meglio lo spazio esterno.
Utilizzata sia come spazio di stoccaggio, atelier creativo o come una tranquilla oasi di relax, la scelta della casetta giusta dipende dalle dimensioni e dall’uso che desideri farne.
Nelle prossime righe, esploreremo come selezionare la casetta da giardino più adatta al tuo spazio disponibile e forniremo esempi di diversi tipi di casette da giardino e i loro potenziali utilizzi.

Quale casetta da giardino scegliere?

Quando si tratta di scegliere una casetta giardino, è fondamentale considerare le dimensioni del tuo spazio esterno e l’uso che intendi farne. Ecco tre tipi di casette da giardino popolari, ognuna adatta a differenti dimensioni e utilizzi:

Casette da giardino di piccole dimensioni (5-10 mq):
Le casette per giardino di piccole dimensioni sono ideali per spazi esterni più limitati, possono diventare comode cabine, utilizzate come deposito per attrezzi da giardinaggio, biciclette, attrezzature sportive o per riporre oggetti stagionali. Offrono anche lo spazio sufficiente per creare un angolo dedicato al relax o come studio artistico per hobby creativi come la pittura o la scrittura.

Casette da giardino di medie dimensioni (10-15 mq):
Le casette da giardino di medie dimensioni offrono un po’ più di spazio e versatilità. Possono essere utilizzate come spazio di lavoro, un’area dedicata al fai-da-te, un ufficio domestico o come un’area di intrattenimento per ospitare piccoli eventi o feste con amici e familiari. Queste casette offrono un ambiente confortevole e funzionale per svolgere diverse attività.

Casette da giardino di grandi dimensioni (oltre 15 mq):
Le case da giardino di grandi dimensioni offrono un’ampia area di spazio utilizzabile per molteplici scopi. Possono essere trasformate in una veranda coperta per rilassarsi all’aperto, in una sala giochi per i bambini, in un’area per il fitness o addirittura in una piccola residenza per gli ospiti.

Ricorda, la scelta della casetta da giardino giusta dipende dalle tue esigenze specifiche e dallo spazio disponibile. Considera attentamente l’uso che desideri farne, la quantità di spazio necessaria e gli eventuali requisiti aggiuntivi, come la presenza di finestre, porte o isolamento.

Cerchi casette da giardino economiche? Hai dato un’occhiata qui?

Dimensioni e caratteristiche nella scelta della casetta

Quando si acquista una casetta da giardino, ci sono diverse variabili importanti da considerare per assicurarsi di fare la scelta giusta. Ecco alcune delle dimensioni e caratteristiche da tenere in considerazione.

Misura attentamente lo spazio disponibile nel tuo giardino per determinare l’ingombro massimo che la casetta può avere. Considera anche la superficie interna della casetta e valuta se è sufficiente per le tue esigenze. Ricorda che la superficie dichiarata potrebbe includere spazi come verande o porticati, quindi assicurati di considerare anche l’area utilizzabile effettiva.

Le finestre e le porte sono elementi importanti da considerare per l’aspetto estetico e la funzionalità della casetta. Valuta il numero, la dimensione e la posizione delle finestre per garantire un’adeguata illuminazione naturale e una buona ventilazione. Le porte dovrebbero essere facili da aprire e chiudere e fornire sicurezza adeguata.

Inoltre, se prevedi di utilizzare la casetta in tutte le stagioni, è importante considerare l’isolamento termico. Il legno di buona qualità offre un certo livello di isolamento, ma potresti voler aggiungere ulteriori isolamenti come pannelli isolanti o doppi vetri alle finestre per mantenere una temperatura confortevole all’interno.

Valuta attentamente i materiali utilizzati nella costruzione. Assicurati che siano di buona qualità, durevoli e resistenti alle intemperie. Il legno massiccio è una scelta comune per le casette di legno, ma potresti anche trovare casette in legno lamellare o in altri materiali come PVC o metallo. Considera anche il tipo di costruzione, ad esempio se la casetta è prefabbricata o personalizzabile.
Su Mondo legnami trovi tutte le casette che stai cercando!

Infine, prima di acquistare una casetta da giardino, verifica i regolamenti locali o le normative urbanistiche relative alla dimensione massima consentita, alle distanze dal confine di proprietà e ad altre eventuali restrizioni. Assicurati di ottenere tutte le autorizzazioni necessarie prima di installare la casetta.
Hai letto il nostro approfondimento? Eccolo.

Casette di legno: guida alla manutenzione

Le casette di legno offrono un’atmosfera accogliente e rustica, ma richiedono un’adeguata manutenzione per preservare la loro bellezza e durata nel corso degli anni. Il legno, sebbene sia un materiale versatile e durevole, è anche delicato e può essere esposto agli agenti atmosferici. In questa guida, esploreremo quando eseguire la manutenzione delle casette di legno e ti forniremo preziosi consigli su come prenderti cura del tuo prezioso rifugio.

Quando eseguire la manutenzione delle casette di legno


La manutenzione delle casette in legno da giardino è una pratica che dovrebbe essere eseguita regolarmente per garantire la loro longevità e resistenza. Ma quando è il momento giusto per intraprendere queste attività di manutenzione? Ecco alcuni segnali da tenere a bada.

È consigliabile eseguire un controllo approfondito della tua casetta legno almeno una volta all’anno. Questo ti permette di individuare tempestivamente eventuali segni di danni o usura.
Per esempio, se la tua casetta in legno è esposta a condizioni climatiche estreme, come forti piogge, neve o sole intenso, potrebbe essere necessario eseguire la manutenzione con una frequenza maggiore. Controlla la tua casetta dopo tempeste o periodi di forte caldo per rilevare eventuali danni o segni di degrado.

Come fare la manutenzione delle casette di legno:


Ora che abbiamo capito quando eseguire la manutenzione, vediamo quali attrezzi e materiali sono necessari e come utilizzarli per prenderti cura della tua casetta di legno.

Partiamo dalla pulizia, si inizia rimuovendo sporco, polvere e detriti dalla superficie della casetta. È consigliato utilizzare una spazzola a setole morbide o un getto d’acqua a bassa pressione per pulire delicatamente il legno.

Bisogna, poi, controllare attentamente il legno per individuare eventuali crepe, fessure o danni. Le fessure vanno riempite con mastice per legno resistente alle intemperie o sigillante specifico. Per le crepe più ampie o i danni strutturali, potrebbe essere necessario rivolgersi a un professionista.

In secondo luogo, va applicato un trattamento protettivo per preservare il legno dalla luce solare, dall’umidità e dagli insetti. Prima di applicare il prodotto, ci si assicura che il legno sia pulito e asciutto.
Utilizzare un protettivo specifico per il legno esterno e seguire le istruzioni del produttore per un’applicazione corretta.

Passiamo ora alla verniciatura e alla finitura; infatti, se la casetta di legno è verniciata o ha una finitura superficiale, potrebbe essere necessario riapplicare questi strati protettivi periodicamente per mantenere l’aspetto e la resistenza del legno. Anche in questo caso, il nostro consiglio è quello di seguire le istruzioni del produttore per la preparazione della superficie e l’applicazione corretta della vernice o della finitura. Vanno prediletti prodotti adatti per esterni che offrano protezione dai raggi UV e dagli agenti atmosferici.

Oltre alla pulizia e alla protezione regolare, è importante ispezionare la tua casetta in legno da giardino ogni tanto. È bene controllare le componenti strutturali, come il tetto, le pareti e i pavimenti, per eventuali segni di danni, muffa o marciume.
Inoltre, bisogna rimuovere foglie, detriti o nidificazioni di insetti che potrebbero accumularsi intorno alla casetta.
Il legno può essere soggetto a infestazioni di insetti, come termiti o tarli. Ecco, perché chi nota segni di infestazione, può consultare un esperto per valutare l’entità del problema e per adottare le misure correttive necessarie.

gli insetti, come le api, possono infestare le casette di legno

Come detto, anche il tetto della casetta legno ha bisogno di manutenzione, controllando periodicamente lo stato delle tegole o delle coperture, ovviamente se danneggiate, vanno sostituite.
Altro intervento necessario è quello della rimozione di foglie o altri detriti accumulati sul tetto, in modo da evitare intasamenti o accumuli d’acqua che potrebbero causare danni.

Ricorda, la manutenzione delle casette di legno è una pratica continua che richiede dedizione e attenzione. Prenditi cura del tuo rifugio in legno seguendo queste linee guida e sarai in grado di preservarne la bellezza e la funzionalità nel corso degli anni.

Con una manutenzione regolare e adeguata, la tua casetta di legno continuerà a offrirti un luogo accogliente e affascinante in cui goderti la natura e creare ricordi preziosi.

Perché scegliere una pergola addossata?

La pergola addossata è un’aggiunta elegante e funzionale a qualsiasi spazio esterno, perché non solo crea un’atmosfera accogliente e rilassante, ma offre anche una serie di vantaggi pratici.
Infatti, grazie alla struttura versatile e personalizzabile, le pergole possono proteggere dalla luce solare e dal calore eccessivo, creare una zona d’ombra fresca e confortevole e consentire di godere degli spazi esterni anche durante le giornate più calde.

Inoltre, possono essere utilizzate per ospitare piante rampicanti, creando un’ombra naturale e contribuendo a migliorare la qualità dell’aria. In questo articolo, esploreremo i vantaggi le differenze tra pergole autoportanti e addossate e come entrambi i modelli possono migliorare il tuo spazio esterno.

Su Mondo legnami puoi ordinare pergole autoportanti e addossate in legno di pino. Scoprile qui.

Le pergole si differenziano per la struttura e questa va scelta in base alle caratteristiche dell’ambiente esterno da arredare. Cerchiamo di capire i vantaggi e le differenze tra le due tipologie.

Pergola addossata vs autoportante

Le pergole addossate sono strutture per l’appunto “addossate” all’edificio, cioè un loro prolungamento.
Nel dettaglio, la struttura della pergola addossata è ancorata alla parete e la copertura, realizzata in PVC ignifugo o lamelle orientabili, viene sorretta da pilastri in alluminio o staffe in acciaio fissate alla parete stessa.
Questa soluzione consente di creare uno spazio esterno aggiuntivo senza dover apportare importanti modifiche alla struttura dell’edificio.

La pergola addossata risulta essere la soluzione ideale per realizzare un patio o coprire un terrazzo, anche in presenza di spazi ridotti, assicurando comunque un risultato pratico e bello da vedere.
Inoltre, una struttura addossata alla parete esterna dell’edificio è vantaggiosa anche per i locali come i ristoranti e i bar, che ottengono così un’accogliente sala esterna, ampliando lo spazio dedicato alla clientela, senza compromettere l’estetica dell’edificio.
Cerchi un gazebo addossato a prezzi super convenienti? Eccolo!

Nel caso della pergola autoportante, parliamo di una costruzione a sé, che non necessita di interventi di muratura alla parete.
In un’abitazione privata, spesso è la soluzione migliore per arredare il bordo piscina o creare una sala hobby per ricevere gli ospiti.

La pergola addossata ha una struttura diversa da quella autoportante (in foto)

Vantaggi e svantaggi

La scelta tra pensiline addossate e pergole autoportanti dipende dalle esigenze e dalle preferenze personali. Entrambe le tipologie di pergola hanno i loro vantaggi e svantaggi.

I pergolati addossati sono fissati alla parete della casa e sono la scelta ideale per chi vuole creare un’area all’aperto adiacente alla casa.
La posizione vicina alla parete consente di utilizzarla come copertura per una terrazza o un patio esistente e di sfruttare la parete come parte della sua struttura. Inoltre, può essere più facile da installare e richiede meno spazio rispetto alla versione autoportante.

D’altra parte, la pergola autoportante si regge da sola e può essere collocata ovunque nel giardino, senza la necessità di un muro o di una parete a cui essere appoggiata. Ciò significa che offre maggiore flessibilità in termini di posizionamento e che può essere utilizzata per creare un’area all’aperto indipendente e isolata dal resto del giardino. Inoltre, la versione autoportante può avere un design più audace e moderno rispetto alla versione addossata.

In definitiva, la scelta tra una pergola addossata e una autoportante dipende dalle esigenze e dalle preferenze personali. È importante valutare attentamente la posizione, le dimensioni e lo stile desiderato prima di prendere una decisione.

Sei alla ricerca di un pergolato addossato in legno di pino? Lo trovi qui.

Quanto dura una casetta da giardino?

La durata di una casetta da giardino dipende da molti fattori, in primis la qualità dei materiali.

Mondo Legnami propone alla clientela un’ampia gamma di casette in legno e costruzioni da giardino per rispondere alle esigenze di una clientela sempre più orientata ad arredare con gusto il proprio spazio verde.
Una delle domande ricorrenti del cliente riguarda la durata delle casette da giardino, soprattutto perché nella mente di molti il legno è ancora un materiale considerato poco durevole e bisognoso di maggiore manutenzione.
Sul nostro shop trovi una selezione di casette da giardino in abete grezzo da personalizzare come vuoi.
Continua a leggere per sapere cosa devi cercare quando vuoi una casetta durevole nel tempo.

Da cosa dipende la durata delle casette da giardino?

Ci sono molte variabili che determinano la durevolezza di una casetta da esterno, vediamoli brevemente.

  1. Utilizzare materiali di alta qualità, legno resistente, vernici e finiture di qualità, coperture impermeabili, sono tutti fattori che influenzano la durata della casetta.
  2. La struttura della casetta deve essere costruita in modo solido e resistente, con un design e una geometria che la rendano stabile e robusta. Anche la disposizione dei supporti e delle fondamenta può fare la differenza sulla durata nel tempo.
  3. È vero le casette da giardino sono esposte agli elementi atmosferici, per questo è importante proteggerle adeguatamente da pioggia, vento, neve e sole. Una buona copertura e il trattamento preventivo del legno possono essere utili.
  4. La manutenzione regolare della casetta da giardino è essenziale per mantenerla in buone condizioni. Trattamenti antimuffa, verniciatura, sostituzione delle parti danneggiate, sono tutti interventi che possono prolungare la vita della casetta.
  5. L’installazione eseguita a regola d’arte. Sul nostro portale forniamo tutti i dettagli e i materiali per installare correttamente la tua casetta da giardino.
  6. Infine, utilizzare la casetta da giardino in modo corretto può aiutare a mantenere la sua durata nel tempo. Evitare sovraccarichi, proteggere dalle intemperie e utilizzare gli strumenti giusti, sono tutti fattori che possono influire sulla durata.

In generale, questi sono i fattori che influenzano la durata delle casette da giardino, pensa per esempio che le pagode giapponesi, esposte anche a condizioni climatiche impervie, resistono per più di 1000 anni!
Nel caso delle casette di Mondo legnami la qualità e lo spessore permettono alla costruzione di durare decenni.
Vediamo ora brevemente, cosa fare quando la casetta da giardino arriva alla fine della sua vita utile.

La casetta da giardino va mantenuta in perfetto stato

Cosa fare quando la casetta da giardino arriva alla fine della sua vita utile?

Sei intenzionato a smaltire la tua vecchia casetta da giardino, prima di acquistarne un’altra? Cosa puoi fare? Ecco qualche idea.
Potresti smantellare e riciclare i materiali, il legno può essere triturato e utilizzato come biomassa o come materiale per il compostaggio, mentre le parti metalliche possono essere recuperate e riciclate.
Oppure distruggere e smaltire, perché se la casetta è in cattive condizioni e non è possibile smantellarla, si può distruggerla e smaltirla. In questo caso, è importante rivolgersi a un’azienda specializzata nella rimozione e smaltimento di rifiuti.
E ancora perché non riutilizzare i materiali per altri progetti: ad esempio, le assi di legno possono essere utilizzate per costruire una piccola recinzione, una panca o un tavolo da giardino.

In ogni caso, è importante smaltire la casetta in modo corretto e rispettando le normative ambientali. In molti paesi esistono regole specifiche per lo smaltimento di rifiuti edili; quindi, è importante informarsi prima di procedere.

Ricorda, inoltre, che per garantire una maggiore durata della casetta da giardino, è importante investire in un prodotto di qualità e fare attenzione alla sua manutenzione e cura nel tempo!









5 modi per personalizzare la tua casetta in legno

Le casette in legno (ma anche in altri materiali resistenti) sono il modo perfetto per arredare il tuo giardino.
Spesso utilizzate come un comune “cassetto della vergogna”, nelle quali inserire tutte le cianfrusaglie che non ci servono più, potrebbero essere rese non solo funzionali, ma anche esteticamente interessanti.
Ecco qualche consiglio su come personalizzare la tua casetta in legno, trasformandola in uno spazio ben arredato.

Modi per arredare con gusto la tua casetta in legno

Le casette da giardino si prestano a stili d’arredo diversi: dal minimal al moderno, al country allo shabby.
Inoltre, se hai la passione per il fai da te, puoi davvero personalizzare l’ambiente, con creazioni e mobili restaurati o riciclati. Ti piace dipingere, metti in mostra la tua passione.
Ecco, allora, qualche idea:

Un'idea divertente su come utilizzare al meglio la casetta in legno da giardino
  • Se sei un amante del verde e hai pure il pollice verde, potresti pensare di arredare la tua casetta con piante e fiori. Appendile in alto, con delle mensole, usa vasi da poggiare a terra e fioriere all’esterno.
    Vedrai che tutto questo verde, riuscirà a farti ritagliare qualche ora di relax a settimana!
  • Un altro consiglio utile, qualora tu voglia usare la casetta come la stanza in più, cioè come un ripostiglio, è quello di non accantonare gli oggetti all’interno, senza un ordine.
    Usa scaffalature, scatole e cassettiere per sistemare tutto: vedrai, entrare in un ambiente ordinato sarà già di per sé rilassante e poi vuoi mettere la soddisfazione di trovare subito ciò che ti occorre?
  • Sei un collezionista? Perché non trasformare la tua nuova casetta da giardino in una location dove mostrare con vanto i tuoi cimeli da collezione? Largo a scaffali dove riporre dischi in vinile, cd e oggetti antichi.
    Grazie al potere isolante del legno, i tuoi oggetti da collezione sono al riparo da umidità e calore.
     
  • Di solito, le casette da esterno sono strutture poco ingombranti, utilizzate come ripostiglio per le attrezzature da giardinaggio. Anche in questo caso raccomandiamo di acquistare rastrelliere apposite per mantenere l’ambiente pulito e ordinato, sfruttando anche l’altezza della casetta.
  • Hai intenzione di usare le casette da giardino in abete di Mondo legnami come sala giochi per i tuoi bimbi? Allora spazio alla fantasia e ai colori!
    Usa tappeti e cuscini per rendere l’ambiente confortevole e al posto delle sedie o poltrone tradizionali, potresti preferire un pouf o le poltrone a sacco.
    Compra ceste per i loro giochi e le pareti. Appendi stampe colorate e allegre, magari con i personaggi preferiti dai tuoi bimbi, che sorvegliati da Spiderman non avranno paura di giocare da soli in casetta.

Mondo legnami propone casette da giardino in offerta adatte a qualunque uso: serra, zona studio, ripostiglio o semplicemente zona relax, dai un’occhiata alle nostre proposte.

Permessi casette da giardino in legno: ecco cosa fare

Vuoi acquistare una casetta giardino, ma non sai se servono dei permessi?

Le casette da giardino in legno sono la soluzione perfetta per chi ha la fortuna di avere uno spazio esterno da poter sfruttare. Pratiche, funzionali e anche esteticamente piacevoli si prestano agli usi più disparati.
In base allo spazio a disposizione è possibile ordinarle di diverse misure: sul sito di Mondo legnami trovi una vasta gamma di casette giardino in abete, in polietilene, nonché strutture aperte come gazebo e pergole dall’ottima qualità e resistenza.

Qui trovi le migliori casette per giardino in legno.

Sei interessato a una casetta in legno e vuoi sapere se hai bisogno o meno di permessi? Continua a leggere, per saperne di più.

Che permessi servono per una casetta da giardino?

In linea generale, qualsiasi opera edilizia e quindi anche casette da giardino, garage in legno o costruzioni prefabbricate necessitano di una richiesta al Comune redatta da un tecnico abilitato.
Ogni comune ha la sua regolamentazione in merito, però di norma se cerchi informazioni sui permessi case da giardino, devi far riferimento all’edilizia libera (Testo Unico delle Disposizioni legislative e regolamenti in materia edilizia. Art.6) L’iter è piuttosto semplice, e non conviene rischiare.
Le casette in legno rientrano per l’appunto nell’edilizia libera e a seconda del Comune basta presentare una dichiarazione di installazione, almeno per le casette piccole, dai 6 ai 20 metri quadrati.
Nel caso in cui la struttura sia superiore ai 20 mq, occorre rivolgersi a un professionista, vediamo come.

Casette da giardino di grandi dimensioni: documentazione necessaria da presentare in Comune

Quindi se vuoi acquistare una casetta da giardino di grandi dimensioni, devi procedere con una richiesta di autorizzazione presso il tuo Comune, consistente in una relazione tecnica su cosa andrai a realizzare, corredata da un disegno che esplichi le dimensioni e la distanza della casetta dal confine e da altri manufatti.
Questa relazione va firmata da un tecnico abilitato.
Se presenti la Dia al Comune, devi attendere 30 giorni, se non arrivano comunicazioni contrarie, puoi procedere all’installazione.
Non tutti i Comuni richiedono certificazioni strutturali e antisismiche rispetto al sito di installazione e se la tua casetta è di dimensioni contenute (come quelle presenti sul nostro shop) non devi fare pratica edilizia.
Il nostro consiglio è quello di chiedere sempre informazioni presso il tuo Comune di residenza, per goderti la tua casetta in legno senza problemi in futuro.